Dal mondo Communitas

News

“Facilitating the Integration of Resettled Refugees”  Mercoledì 29 aprile si svolgerà on-line l’evento finale  del progetto Coomit  “Facilitating the Integration of Resettled Refugees”- L’evento si svolgerà in lingua inglese. Per iscriversi all’iniziativa clicca qui IL PROGETTO COMMIT Negli ultimi due anni, il progetto COMMIT ha facilitato l’integrazione dei rifugiati residenti in Italia, Croazia, Spagna e Portogallo. Attraverso...
Read More
FRA NOI SECONDA EDIZIONE  è un progetto nazionale  finanziato dal Ministero degli Interni con il Fondo Asilo Migrazione e Integrazione (FAMI) che punta ad integrare stabilmente persone titolari di protezione internazionale nelle comunità locali. Questa seconda edizione dopo l’esperienza maturata nel 2018 con il Consorzio “Farsi Prossimo” come capofila, è ora guidata dal Consorzio Communitas e coinvolge ancora una ampia...
Read More
E’ on line il sito dedicato alla Rete Sipla, la rete nazionale di presidi e servizi territoriali nata per proteggere e sostenere i lavoratori agricoli stranieri contro forme di caporalato, lavoro irregolare e sfruttamento lavorativo. L’intervento prevede la creazione di un sistema nazionale integrato in grado di agire a più livelli: quello nazionale attraverso azioni di...
Read More
“Istruzione e integrazione: creare una società più inclusiva in Italia” è il titolo del Webinar che si  svolgerà online il 22 febbraio 2021, dalle 10 alle 12 nell’ambito del progetto MAX. L’evento su piattaforma “Zoom” si svolgerà in lingua italiana con un servizio di interpretariato in inglese. Per partecipare basta iscriversi inserire i propri dati...
Read More
0
enti
0
volontari
0
percorsi
0
eventi

Consorzio Communitas nasce come una rete di realtà che si occupano della cura di chi è più debole.

É una rete fatta di persone e storie, piccoli e grandi progetti, per ridare la speranza a coloro che l’hanno persa. Il Consorzio Communitas è promosso da organizzazioni che aderiscono o collaborano con il Coordinamento Nazionale Immigrazione di Caritas Italiana. La peculiarità degli enti aderenti al Consorzio Communitas consiste nell’ispirazione ai principi della Carta pastorale della Caritas Italiana, “Lo riconobbero nello spezzare il pane”, e ai modelli di intervento promossi da Caritas Italiana e dalle Caritas diocesane. Da qui nasce lo stretto collegamento con l’ufficio immigrazione di Caritas Italiana, nel rispetto delle proprie autonomie, ma nella condivisione delle azioni da intraprendere.

Fondato nel 2009, il Consorzio Communitas ha lo scopo di creare una forma di collaborazione flessibile ma permanente tra gli enti aderenti.

Per sviluppare, coordinare e attuare iniziative volte allo studio e allo sviluppo della conoscenza dei movimenti migratori, nonché all’accompagnamento e all’assistenza di soggetti a rischio di esclusione sociale e all’assistenza nel percorso di soggiorno ed integrazione dei migranti stessi, in particolare dei richiedenti e titolari di protezione internazionale.

Consorzio Communitas nasce come una rete di realtà che si occupano della cura di chi è più debole.

É una rete fatta di persone e storie, piccoli e grandi progetti, per ridare la speranza a coloro che l’hanno persa. Il Consorzio Communitas è promosso da organizzazioni che aderiscono o collaborano con il Coordinamento Nazionale Immigrazione di Caritas Italiana. La peculiarità degli enti aderenti al Consorzio Communitas consiste nell’ispirazione ai principi della Carta pastorale della Caritas Italiana, “Lo riconobbero nello spezzare il pane”, e ai modelli di intervento promossi da Caritas Italiana e dalle Caritas diocesane. Da qui nasce lo stretto collegamento con l’ufficio immigrazione di Caritas Italiana, nel rispetto delle proprie autonomie, ma nella condivisione delle azioni da intraprendere.

Fondato nel 2009, il Consorzio Communitas ha lo scopo di creare una forma di collaborazione flessibile ma permanente tra gli enti aderenti.

Per sviluppare, coordinare e attuare iniziative volte allo studio e allo sviluppo della conoscenza dei movimenti migratori, nonché all’accompagnamento e all’assistenza di soggetti a rischio di esclusione sociale e all’assistenza nel percorso di soggiorno ed integrazione dei migranti stessi, in particolare dei richiedenti e titolari di protezione internazionale.