Cosa facciamo

Consorzio Communitas nasce come una rete di realtà che si occupano della cura di chi è più debole.
É una rete fatta di persone e storie, piccoli e grandi progetti, per ridare la speranza a coloro che l'hanno persa.
2019
2018
2017
2016
2015
2014
2013
2010
2009
  • Progetto Fami Casi Speciali “Accompagnare collegando persone a reti e comunità“.
  • Progetto Amif – COMMIT: progetto pensato per formare persone interessate alla tematica migratoria ad una corretta comprensione e narrazione del fenomeno stesso.
  • Progetto Amif – MAX: progetto pensato per lo studio delle buone e cattive prassi informative e comunicative circa la tematica migratoria, volto ad elaborare.
  • Progetto “Corridoi Umanitari con Etiopia” di Caritas Italiana e finanziato dalla Conferenza Episcopale Italiana in Collaborazione con la Comunità di Sant’Egidio per l’accoglienza di 500 beneficiari.
  • Progetto PIER II (Protection, Integration and Education for Refugees in Italy, Austria and Greece), con il supporto non condizionato di The Coca-Cola Foundation.
  • Progetto UNHCR “Family First”, per lo studio e la comprensione del fenomeno dei ricongiungimenti familiari.
  • Supporto formativo al progetto “Era Domani” progetto SPRAR del Comune di Porto San Giorgio in collaborazione con Nuova Agenzia Res – per l’inserimento di titolari di protezione internazionali all’interno di nucleo famigliari del territorio.
  • Supporto formativo al progetto SPRAR del Comune di San Ferdinando di Puglia in collaborazione con Associazione Etnie e Nuovi Vicini Soc. Coop. Soc. – sul tema dell’accoglienza dell’integrazione e della tutela rivolta a operatori del settore pubblico e a operatori del privato sociale già coinvolte nell’accoglienza.
  • Partner del progetto SHARE Integration condotto da ICMC Bruxelles (International Catholic Migration Commission).
  • Progetto “Presidio 2” finanziato da Caritas Italiana: progetto di assistenza e tutela legale per lavoratori immigrati sfruttati in agricoltura. Il progetto opera ed assiste a supporto delle Caritas Diocesane diciotto territori italiani.
  • Associate partner del progetto SHARE Program condotto da ICMC Bruxelles (International Catholic Migration Commission).
  • Progetto “Rifugiato a Casa Mia- Pro.Tetto 2.0” di Caritas Italiana, per l’accoglienza di 600 beneficiari titolari di protezione internazionale in famiglia.
  • “Mediterranean Bridge 2015: A Link Between Civil Societies of Turkey and Italy”. Partner di progetto condotto dal COSV Milano per facilitare le istituzioni e la società civile Turca alle politiche Europea in tema di Asilo e rifugiati.
  • Associate partner di Europaid “EU – Turkey Civil Society Dialogue on strengthening protection and reception services to refugees, building integration & promoting independence through volunteering” promosso da ICMC – Bruxelles. Formazione e scambio di buone prassi tra NGO turche e alter 10 realtà Europee.
  • Il Consorzio Communitas entra come membro della piattaforma Share: Piattaforma Europea che si occupa di Resettlment.
  • Progetto “Presidio” finanziato da Caritas Italiana: progetto di assistenza e tutela legale per lavoratori immigrati sfruttati in agricoltura. Il progetto opera ed assiste ed opera in diciotto territori italiani.
  • Il Consorzio Communitas è stato partner del progetto “Nautilus 2”, finanziato dal Fondo Europeo Rifugiati del 2010, azione 1.2.A ed espletato nelle annualità 2011-2012.
  • Il Consorzio Communitas è stato partner del progetto “Nautilus 2”, finanziato dal Fondo Europeo Rifugiati del 2010, azione 1.2.A ed espletato nelle annualità 2011-2012.
  • Il Consorzio Communitas è stato partner del progetto “Nautilus 2”, finanziato dal Fondo Europeo Rifugiati del 2010, azione 1.2.A ed espletato nelle annualità 2011-2012.
  • Il Consorzio Communitas è stato partner del progetto “Il diritto alla protezione”, finanziato dal Fondo Europeo Rifugiati del 2009,azione 2.1.A., ente capofila Associazione Studi Giuridici sull’Immigrazione (ASGI). Il progetto ha visto la realizzazione di una ricerca sulla situazione del sistema asilo italiano attraverso un’indagine svolta in LombardiaFriuli-Venezia GiuliaCalabria e Sicilia.
  • Sempre nel 2009 è stato partner del progetto “Do.Min.I.”, di accoglienza e integrazione di donne e minori a Comiso (RG)

Storie

  • “Ero qui in Italia da sola con la mia bambina piccola, non sapevo cosa sarebbe successo nel nostro futuro. Grazie ad un progetto di Consorzio Communitas sono stata accolta da una famiglia che mi ha aiutata ad imparare l’italiano, ad integrarmi ed a trovare un lavoro. Ora io e la mia bambina siamo indipendenti.”

    Fatima
    beneficiaria
  • “Quando sono arrivato in Italia ho avuto grandi problemi con la lingua italiana, perché non sapevo leggere e scrivere, poi ho iniziato a frequentare delle lezioni di italiano innovative e tecnologiche. Oggi riesco a parlare l’italiano abbastanza bene, e questo mi ha permesso di trovare un lavoro”.

    Muhammad
    beneficiario
  • “Lavoravo nelle campagne italiane, senza nessun contratto, tutela, assistenza, orari. Non vedevo altre soluzioni per il mio futuro, vivevo giorno per giorno e non sapevo cosa ne sarebbe stato di me. Un giorno ho incontrato un’operatrice, che mi ha aiutata a far valere i miei diritti di lavoratrice, oggi ho un contratto regolare e sono tutelata.”

    Blossom
    beneficiaria